Lista degli Artisti

Tomàs Martínez Suñol

Nasce in Francia a Dieulefit nel 1964, cittadina dove le sua famiglia era arrivata dalla Catalogna per sfuggire alla situazione politica dell'epoca. Tomàs trascorre gran parte della sua infanzia in Provenza, ma una volta tornato nella sua città di origine, Badalona, si riappropria della sua terra e della sua identità. Lo fa attraverso l'intima osservazione delle strette strade della cittadina, chiuse tra muri di case, a volte solo percepite, ma che ne definiscono quegli andamenti e quelle luci inaspettate che finiscono per descriverla. La sua è una pittura che sta in affascinante equilibrio tra astrazione e realtà, dove il particolare spinge oltre i limiti del visibile. Ombra e colore creano composizioni in cui forza espressiva e poesia si confrontano in perfetto equilibrio. I colori sono composti dalla luce più che creati sulla tavolozza, ed è sempre la luce che, rifiutando passaggi tonali, definisce gli spazi. Le superfici sono interrotte, segnate da linee che a volte sono solo percepibili e da feritoie scure che raccontano di un soggetto composto di case addossate le une alle altre, di strade ombrose o assolate, di umanità non vista, ma presente.
Mostre personali:

2015
Materico – Cestari, Previtali, Suñol, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)

2012
Lucenergia – Gastaldo, Suñol, Gonzalez, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)
Colors, Galeria Espai el Full (ES)

2010
Sala Rusiñol, Sant Cugat del Vallès (ES)

2004
Carres, a cura di J. de Jòdar, Sala el Refugi, Badalona (ES)

2003
Sala Espai Imaginari, Badalona (ES)

2002
Galeria Gonzalo Olivàn, Sitges (ES)

2000
Taller d`Art, Badalona (ES)
Fruits Badalona, Llibreria El Full, Badalona (ES)
Villa del Arte Galleries, Barcelona (ES)
Works in the permanent collection of the Museu de Badalona (ES)
Works in the permanent collection of Caixa Laietana (ES)
Works in the permanent collection of Schretlen & Co (NL)



Mostre collettive:

2016
<20 15x15/20x20 Collezione PUNTO SULL'ARTE 2016, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)

2015
BAF, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Bergamo (IT)
<20 15x15/20x20 Collezione PUNTO SULL'ARTE 2015, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)
AAF Brussels, Villa del Arte Galleries, Bruxelles (BE)
AAF Milan, Villa del Arte Galleries, Milano (IT)
AAF Hong Kong, Villa del Arte Galleries, Hong Kong (HK)
AAF Singapore Spring, Villa del Arte Galleries, Singapore (SG)
New York Art, Jewelry and Antiques Show, Villa del Arte Galleries, New York (US)
AAF Stockholm, Villa del Arte Galleries, Stoccolma (SE)
AAF Amsterdam, Villa del Arte Galleries, Amsterdam (NL)
AAF Hamburg, Villa del Arte Galleries, Amburgo (DE)
AAF Singapore Fall, Villa del Arte Galleries, Singapore (SG)

2014
<20 15x15/20x20 Collezione PUNTO SULL'ARTE 2014, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)
ArteGenova 2014, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Genova (IT)

2013
AAF Milano, Villa del Arte Galleries, Milano (IT)

2012
AAF Milano, Villa del Arte Galleries, Milano (IT)

2011
Villa del Arte, Barcelona (ES)
Palm Beach Show, Villa del Arte Galleries (US)
AAF Milano, Villa del Arte Galleries, Milano (IT)
Los Angeles Art Show, Villa del Arte Galleries, Los Angeles (US)

2010
Villa del Arte, Barcelona (ES)
AAF Singapore, Villa del Arte Galleries (MT)
Art Toronto, Villa del Arte Galleries, Toronto (CA)
Art London, Villa del Arte Galleries, Londra (GB)
Art Hamptons, Villa del Arte Galleries, New York (US)
Art Laren, Villa del Arte Galleries (NL)
AAF New York, Villa del Arte Galleries, New York (US)
Art Chicago, Villa del Arte Galleries, Chicago (US)
AF'sH Art & Antiques Fair's-Hertogenbosch, Villa del Arte Galleries (NL)
American International Fine Art Fair, Palm Beach, Villa del Arte Galleries (US)
Los Angeles Art Show, Villa del Arte Galleries, Los Angeles (US)
Art Palm Beach, Villa del Arte Galleries (US)
IFAE Miami International Art Fair, Villa del Arte Galleries, Miami (US)

2009
Villa del Arte, Barcelona (ES)
Red Dot Art Fair, Villa del Arte Galleries, Miami (US)
ST-ART, Villa del Arte Galleries, Strasburgo (FR)
AAF London, Villa del Arte Galleries, Londra (GB)
AAF Amsterdam, Villa del Arte Galleries, Amsterdam (NL)
L´Isle Sur La Sorgue, Villa del Arte Galleries, Avignone (FR)
Arti, Villa del Arte Galleries, Den Haag (NL)
Open Art Fair, Villa del Arte Galleries, Utrecht (NL)
AAF Paris, Villa del Arte Galleries (FR)
Art Hamptons, Villa del Arte Galleries, New York (US)
AAF New York, Villa del Arte Galleries, New York (US)
AF'sH Art & Antiques Fair's-Hertogenbosch, Villa del Arte Galleries (NL)
Glasgow Art Fair, Villa del Arte Galleries, Glasgow (GB)
Primavera, Villa del Arte Galleries, Rotterdam (NL)
AAF Brussels, Villa del Arte Galleries, Bruxelles (BE)

2008
Villa del Arte, Barcelona (ES)
Line Art, Villa del Arte Galleries, Ghent (BE)
AAF London, Villa del Arte Galleries, London (GB)
Arti, Villa del Arte Galleries, Den Haag (NL)
Buy Art Fair, Villa del Arte Galleries, Manchester (GB)
GEAF, Gooi en Emland Artfair, Villa del Arte Galleries (NL)
Open Art Fair, Villa del Arte Galleries, Utrecht (NL)
AAF Paris, Villa del Arte Galleries, Parigi (FR)
CAD, Villa del Arte Galleries, Madrid (ES)
Glasgow Art Fair, Villa del Arte Galleries, Glasgow (GB)
Konst Mässan, Villa del Arte Galleries, Sollentuna (SE)
Northern Art Show, Villa del Arte Gallerise, Newcastle (GB)

2007
Villa del Arte, Barcelona (ES)
AAF Amsterdam, Villa del Arte Galleries, Amsterdam (NL)
GEAF, Gooi en Emland Artfair, Villa del Arte Galleries (NL)
Artenim, Villa del Arte Galleries, Nimes (FR)
Salzburg World Fine Art Fair, Villa del Arte Galleries, Salzburg (AT)
Newcastle Gateshead Art Fair, Villa del Arte Galleries, Newcastle (GB)
Glasgow Art Fair, Villa del Arte Galleries, Glasgow (GB)
AAF London, Villa del Arte Galleries, London (GB)
Sala Espai Imaginari, Badalona (ES)
Centre Can Bassa, Granolles (FR)
Casa Elizalde, Barcelona (ES)
C.C. Pati Llimona, Barcelona (ES)
Galeria l'Arcada, Blanes (ES)
Sala Odena's, Tarragona Galeria Xoc, Barcelona (ES)



Premi e riconoscimenti:

2012
First prize Premi Internacional de Dibuix Ynglada-Guillot

2010
Second prize XXI Painting Competition Sanvisens

2009
Selected for the XLVI Intenational Drawing Competition Ynglada-Guillot
Foundation Selected for the XXIII Painting Competition Sanvisens

2008
Selected for the Painting Prize Juan Ramón Masoliver 08

2007
Selected for the XXI Painting Competition Sanvisens
Selected for the Prize Torres García ciutat de Mataró 07
Second prize XLV Intenational Drawing Competition Ynglada-Guillot Foundation
Selected for the Painting Prize Juan Ramón Masoliver 07

2006
Selected for the 1st Prize Pepe Castells Vila de Cardedeu
Second Prize in XI Nacional Painting Competition Cruzcampo Foundation, Ciudad de Calahorra
Selected for the LXIV painting competition Prize Centelles
Selected for the Painting Prize Juan Ramon Masoliver 2006

2005
Selected for the Prize Torres García Ciutat de Mataró 05
Selected for the XLIII Intenational Drawing Competition Ynglada-Guillot Foundation
First Prize II Painting Prize NOSTROMO

2004
Selected for the National Painting Prize Juan Ramón Masoliver 04

2003
First Prize in Painting of the Centenary, organized by Badalona Futball Club
Selected for the XLI Intenational Drawing Competition Ynglada-Guillot Foundation

Alessandra Redaelli

Tomàs Martinez Suñol. I luoghi del colore.

Una striscia giallo ocra in primo piano. Una grigio-bianca appena sopra, un po' più sottile. E poi un'area screziata sui toni del blu. A scandire gli spazi una serie di righe sottilissime, fili di materia appena scolpiti da ombreggiature leggerissime a suggerire – forse – dei volumi.

Ci sono artisti che non tollerano definizioni, e certamente tra questi trova posto Tomas Suñol. Che cosa raccontano i suoi oli su tela materici, ruvidi? Le sue partiture di spazi a colori accesi, sì, ma in fondo vagamente polverosi, sabbiosi, come se il sole vi fosse passato ma non li colpisse più in pieno? Scorci di paesaggio, dice qualcuno. E certamente di base è così: si coglie la fuga prospettica di un edificio, lo schiudersi si una porta, una finestra forse. C'è anche la sua storia di uomo e di artista a suggerirci che quelle siano le strade di Badalona, città natale dei suoi genitori, in Catalogna, ma nella quale a Tomàs è stato impedito di nascere, perché prima che ciò accadesse la famiglia era stata costretta, per motivi politici, a riparare in Francia. Il ritorno a Badalona – città nella quale quasi per una sfida al destino l'artista oggi vive – è coinciso con il bisogno compulsivo di dipingerne i luoghi, di fermarli per sempre. Perché lui, figlio di un pittore e con uno zio pittore, la pittura ce l'aveva già nel sangue. Eppure questi quadri non sono appunti creati per imprimersi dei paesaggi nella memoria.

Questi quadri sono la tradizione pittorica della pura emozione. Come se l'artista si fosse seduto su una piccola sedia di legno, davanti a una di quelle case, tra mille vicoli che vanno perdendosi uno nell'altro, avesse fissato quello scorcio a lungo, così a lungo da imprimerselo nella retina per sempre, così a lungo da perdere i connotati reali dello spazio e da trasformarli in puri lampi di colore. Poi si fosse alzato lentamente, si fosse chiuso nel suo studio, avesse serrato ancora un attimo gli occhi e si fosse messo a dipingere il ricordo. I colori accendono la tela a volte senza alcun legame apparente con quelle che, invece, sono le forme nello spazio. I colori pulsano, vivono di vita propria. Sono colori, ma anche voci, suoni, profumi. E la loro sostanza grumosa, densa, intensa, profondamente materica li rende ancora più vivi e autonomi rispetto al racconto, al titolo che vi sta accanto. I colori di Suñol sono il guizzo libero dell'astrazione all'interno di una figurazione scarna e senza orpelli che arriva dritta all'anima. Per questo l'artista non tollera etichette. Astrazione figurativa? Figurazione astratta? Figurazione emotiva? Non importa. Ciò che importa è che quando siamo davanti a questi rettangoli materiati di luce e colore, sentiamo la voce più profonda dell'artista risuonare dentro di noi. E questo ci basta.

Daniela Croci Silvuni

Per comprendere le opere di Tomàs Martínez Suñol è indispensabile partire dalla sua biografia. Questo artista nasce a Dieulefit nel 1964, cittadina situata a ridosso delle Alpi nel dipartimento del Drome, ma la sua venuta al mondo lo identifica già come esiliato, perché la sua famiglia era approdata in Francia a causa della situazione politica della Catalogna e aveva lasciato volontariamente la Spagna. E' facile immaginare quanto sia profondo il rapporto che si viene a creare con la Patria quando si è costretti ad abbandonarla. E come possa crescare un bambino in una famiglia dove discorsi e ricordi mantengono sempre vivi la nostalgia e il desiderio di ritorno. Il bisogno di riappropriarsi dell'identità originale, dello spazio, dei colori, della luce presenti nel suo essere spingono Tomàs Martínez Suñol a tornare a Badalona, città catalana di cui era originaria la sua famiglia, per rinascere "uomo della sua terra".

Non è, dunque, possibile, quando si osserva una sua opera, non far riferimento alle radici della sua famiglia, alla sua storia personale. La sua pittura è infatti tanto struggente e poetica che le case e le strade rappresentate perdono la loro connotazione reale venendo trasfigurate dall'emozione di chi le ama e le vive oltre la loro stessa forma. Lasciano così spazio all'astrazione, quella che è – più precisamente – un'astrazione figurativa. Ombra e colore creano composizioni in cui forza espressiva e poesia si confrontano in perfetto equilibrio. I colori sono composti dalla luce più che creati sulla tavolozza, ed è sempre la luce che, rifiutando passaggi tonali, definisce gli spazi. Le superfici sono interrotte, segnate da linee che a volte sono solo percepibili e da feritoie scure che raccontano di un soggetto composto di case addossate le une alle altre, di strade ombrose o assolate, di umanità non vista, ma presente. E' molto interessante scoprire le due dimensioni dell'opera di Tomàs Martínez Suñol - quella astratta e quella figurativa – attraverso la modalità di osservazione. Inizialmente occorre, dinanzi alle sue opere, liberare la mente da ogni desiderio di ricerca del soggetto riconoscibile e gustare la purezza dell'astrazione con le modulazioni cromatiche e luminose, con i ritmi, con le evocazioni emozionali. E poi – con un passaggio che sarà stupefacente - farsi guidare dalla luce e riconoscere i luoghi che appariranno nella loro e più vera e profonda essenza, proponendo figure e immagini che erano presenti nella mente dell'artista e che la sua capacità creativa ha "nascosto" tra ombre e luci.

opere dell'artista