Lista degli Artisti

Marica Fasoli

Foto Marica Fasoli Il primo pensiero che viene alla mente davanti ai lavori di Marica Fasoli, condotti con un'attenzione spasmodica al dettaglio infinitesimale, è probabilmente iperrealismo, se non addirittura trompe-l'oeil. Ma poi, a ben guardare, la strada che prende l'artista è diversa. Non le interessa rendere il mondo nella sua esattezza, quanto piuttosto offrircene una versione che si potrebbe definire "riveduta e corretta". Le sue sono immagini intrise di una luce che pare provenire dall'interno, portatrici di una gioia giocosa, contagiosa e veicolata da una scelta di colori zuccherini e smaltati.

Nasce nel 1977 a Bussolengo (Vr). Dopo essersi diplomata come Maestra d'Arte, si specializza prima in Addetto alla Conservazione e Manutenzione dei manufatti artistici su legno e tela presso gli Istituti Santa Paola di Mantova, e in seguito in Anatomia Artistica presso l'Accademia di Belle Arti di Verona. Dopo il diploma l'attività principale consiste in prestigiosi lavori di restauro (tra i principali, dipinti del Tiziano, Jacopo Bassano e Cignaroli. Dal 2002 abbandona progressivamente il restauro, dedicandosi sempre più alla passione principale, la pittura. Ha ottenuto riconoscimenti in vari premi e concorsi ed esposto in gallerie, fiere, Musei e Fondazioni. Vive e lavora a San Giorgio in Salici (Vr).

Mostre personali:

2015
Marica Fasoli/Andrea Giovannini, a cura di A. Malaman, Castel San Zeno, Montagnana - Padova (IT)
Flashback!, (catalogo), a cura di A. Redaelli, Galleria Punto sull'Arte, Varese (IT)

2014
2 Anime. Ogni cosa è illuminata, a cura di A. D'Atanasio, Albornoz, Spoleto – Perugia (IT)
Essenza e Presenza, a cura di A. D'Atanasio, Zanini Contemporary Gallery, San Benedetto Po – Mantova (IT)

2013
2 Anime, (catalogo), a cura di A. D'Atanasio, Museo di Santa Giulia, Brescia (IT)

2010
3Dpinti – Message in a box, (catalogo), a cura di L. Beatrice, Museo Fondazione Luciana Matalon, Milano (IT)


Mostre collettive:

2016
<20 15×15/20×20 Collezione PUNTO SULL'ARTE 2016, Galleria Punto sull'Arte, Varese (IT)
EXPO ARTE, a cura di V. Scardigno, Palazzo Bellini, Oleggio – Novara (IT)
Artists 4Rhino, Castello Sforzesco, Vigevano - Pavia (IT)
Mostra solenne d'arte Sacra nella contemporaneità, (catalogo), a cura di F. Martani, Ca' la Ghironda-ModernArtMuseum, Bologna (IT), San Benedetto Po (IT)
BINARIO 18 #stayhumanart, (catalogo), a cura di R. Di Chiara, Palazzo Barolo, Torino (IT)
GAM, (catalogo), a cura di G. Ferlisi e V. Denti, Casa del Mantegna, Mantova (IT)
Arte Genova, Galleria Punto sull'Arte, Genova (IT)
15° Premio Nazionale Città di Novara, Palazzo Renzo Piano, Novara (IT)

2015
BAF Bergamo Arte Fiera, Galleria Punto sull'Arte, Bergamo (IT)
Map of the new art – Imago Mundi – Luciano Benetton Collection, Fondazione Giorgio Cini, Venezia (IT)
Matilde di Canossa: immagine di donna contemporanea, Refettorio Monastico, San Benedetto Po - Mantova (IT)
Imago Mundi – Luciano Benetton Collection: Praestigium Italia, (catalogo), a cura di L. Beatrice, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino (IT)

2014
Artists 4 rhino, (catalogo), Museo Civico di Storia Naturale, Genova (IT)
Zanini Arte 1914-2014. Cento anni tra arte e passione, a cura di F. Negri, Zanini Contemporary Gallery, San Benedetto Po – Mantova (IT)
Arte Fiera Padova, (catalogo), Galleria d'arte Giorgio Ghelfi, Padova (IT)
Femminile, plurale. Lo sguardo sul mondo. Gli spazi del sogno, a cura di A. Redaelli, Palazzo Pirola, Gorgonzola – Milano (IT)
Biennale Internazionale di Arte Contemporanea – Sezione artisti invitati, (catalogo), Palazzo Fruscione, Salerno (IT)
Polirone luogo di pace. La testimonianza degli artisti, a cura di R. Pedrazzoli, Refettorio Monastico, San Benedetto Po – Mantova (IT)
Arte in terapia Trentatré diagnosi d'artista, a cura di A. D'Atanasio e N. Miele, 57° Festival dei 2 Mondi, Chiesa di Sant'Agata, Spoleto – Perugia (IT)
Femminile Plurale. Lo sguardo sul mondo, (catalogo), a cura di A. Redaelli, Galleria Biffi Arte, Piacenza (IT)
Aliens, (catalogo), a cura di Frattura Scomposta Contemporary Art Magazine, Casa dell'Ariosto, Ferrara (IT)
Anime perdute Anime ritrovate, (catalogo), a cura di A. D'Atanasio, Centro Espositivo Rocca Paolina, Perugia (IT)

2013
Un petalo rosa per non dimenticare, Biblioteca San Matteo degli Armeni, Perugia (IT), Fondazione Roberta Lanzino, Cosenza (IT)
13° Premio Nazionale d'Arte Città di Novara – Sezione artisti invitati, (catalogo), a cura di V. Scardigno, Palazzo Renzo Piano, Novara (IT)
Cultura + Legalità = Libertà, l'Arte contro le mafie, (catalogo), a cura di R. Di Chiara, Castello di Monte Sant'Angelo, Foggia (IT)
In Chartis Mevaniae, a cura di A. D'Atanasio, Galleria Wikiarte, Bologna (IT)
Arte in terapia – trentatrè diagnosi d'artista, a cura di N. Miele e A. D'Atanasio, Museo Archeologico Nazionale, Spoleto – Perugia (IT)
ComeTe Stelle, a cura di A. D'Atanasio, Chiesa Santa Maria Laurentia, Bevagna – Perugia (IT)
Muse, (catalogo), a cura di A. D'Atanasio, Galleria Gagliardi Arte Contemporanea, San Gimignano – Siena (IT)
Premio Brancaleone da Norcia. Mito, Storia e fantasia, a cura di A. D'Atanasio, V. Orlando e D. Petroni, Auditorium di San Francesco, Norcia – Perugia (IT)
In Chartis Mevaniae, a cura di A. D'Atanasio, Chiesa Santa Maria Laurentia, Bevagna – Perugia (IT)

2012
Cultura + Legalità = Libertà, l'Arte contro le mafie, (catalogo), a cura di R. Di Chiara, Basilica di San Giovanni Maggiore, Napoli (IT)
Artquake 2.0 Natale 2012, a cura di A. Agazzani, Spazio ART'E', Reggio Emilia (IT)
WASTE c'era una volta il rifiuto, (catalogo), a cura di C. Cattaneo e P. Lesino, Spazio Montana, Milano (IT)
Fender Rewind, (catalogo), a cura di L. Beatrice, Museo Internazionale della Musica, Bologna (IT)
Cultura+Legalità=Libertà,l'arte contro le mafie, (catalogo), a cura di R. Dichiara, Biblioteca Centrale Nazionale, Roma (IT)
AEmilia Artquake – L'arte della solidarietà, a cura di A. Agazzani, Spazio dei Chiostri di San Domenico, Reggio Emilia (IT)
STILLNESS, A new realism by italian artists, a cura di E. Lau, State of the Arts Gallery, Hong Kong (HK)
Cum Corde, (catalogo), a cura di F. Moreschi e C. Perucchetti, San Zenone all'Arco, Brescia (IT)

2011
54a Biennale di Venezia, a cura di V. Sgarbi, Padiglione Italia, Finissage, Palazzo delle Esposizioni, Torino (IT)
Cultura+Legalità=Libertà, l'arte contro le mafie, (catalogo), a cura di R. Dichiara, Museo delle Scienze Naturali, Torino (IT)
Premio Arte 2011, Palazzo della Permanente, Milano (IT)
Giovani Artisti 2011 – Premio Pisanello, (catalogo), SpazioArte Pisanello, Verona (IT)
54a Biennale di Venezia, (catalogo), a cura di V. Sgarbi, Padiglione Italia, Villa Contarini, Piazzola sul Brenta, Padova (IT)
Premio Ceres 4 Art / Mtv, (catalogo), a cura di L. Beatrice e V. Pesati, Lanificio Factory, Roma (IT), Mambo Villa delle Rose, Bologna (IT), Museo Pecci, Prato (IT)
Il mito del vero – Situation, (catalogo), a cura di G. Maria Prati e P. Lesino, Spazio Guicciardini, Milano (IT), Palazzo Guidobono, Tortona - Alessandria (IT)
Finis Valtellinae? Le identità della Valtellina nell'arte contemporanea, (catalogo), a cura di G. Maria Prati e P. Lesino, Palazzo Pretorio, Sondrio (IT)

2010
Immagina Arte in Fiera, (catalogo), Galleria Gagliardi Arte Contemporanea, Reggio Emilia (IT)
The Glocal Rookie of the year, (catalogo), a cura di V. Dehò, KunstArt/Artefiera, Bolzano (IT)
ACQUISIZIONI 2010 – Progetto di acquisizioni pubbliche del Museo di Maccagno, (catalogo), a cura di C. Rizzi, Museo Civico Parisi-Valle, Maccagno – Varese (IT)

2009
I colori dell'autunno, a cura di D. Savarese, Galleria Colibrì Arte, Roma (IT)
Dentro, (catalogo), a cura di A. Agazzani, Galleria Gagliardi Arte Contemporanea, San Gimignano - Siena (IT)
Contemplazioni: bellezza e tradizione del Nuovo nella pittura italiana contemporanea, (catalogo), a cura di A. Agazzani, Castel Sismondo e Palazzo del Podestà, Rimini (IT)

2008
L'istante sospeso, a cura di D. Meli, Centro per l'arte contemporanea RiElaborando, Arezzo (IT)
L'immaginario di Giulietta e Romeo, (catalogo), a cura di V. Meneguzzo, Sala Renato Birolli, Verona (IT)
Presenze, (catalogo), a cura di P. Artoni, Galleria Errepi Arte, Mantova (IT)
Giovani in Arte 2008, a cura della Commissione Cultura del Comune di Verona (IT)
Re:public. Refuses!, a cura di Ibrida Associazione Momos e Fondazione Bevilacqua La Masa, Bacini dell'Arsenale, Venezia (IT)
1° Premio Internazionale Barberart, (catalogo), a cura di D. A. Pasolino, Foro Boario, Nizza Monferrato, Asti (IT)
Mostra vincitori Premio Città di Novara 2007, a cura di V. Scardigno, Barriera Albertina, Novara (IT)

2007
150mo anniversario SBAV, (catalogo), Palazzo della Gran Guardia, Verona (IT)
I colori della velocità, a cura della Fondazione Nonsoloarte Franco Bombana, Museo Tazio Nuvolari, Mantova (IT)
7° Premio Nazionale di pittura e scultura Città di Novara, (catalogo), a cura di Art Action e Comune di Novara, Salone Arengo del Broletto, Novara (IT)
Policromia e Scultura, a cura di R. Businaro Felletti, Chiesa di S.Maria in Chiavica, Verona (IT)

2006
Vivi la Casa In Fiera, ArtVerona, Verona (IT)
Arte in Villa, a cura dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Povegliano V.se, Villa Balladoro, Povegliano V.se – Verona (IT)



Premi:

2013
Menzione speciale al Premio Brancaleone da Norcia. Mito storia e fantasia

2011
Finalista al Premio Arte Mondadori
Vincitrice del Premio Fondazione Toniolo indetto dalla Fondazione Toniolo, Spazioarte Pisanello, Verona (IT)
Finalista al Premio Ceres 4 Art – Mtv

2010
Semifinalista al Premio Arte Mondadori
Selezionata al contest The Glocal Rookie of the year, a cura di V. Dehò, KunstArt, Arte Fiera, Bolzano (IT)

2008
Segnalata tra i primi dieci artisti partecipanti al Concorso internazionale L'immaginario di Giulietta e Romeo – giuria presieduta dal Prof. V. Andreoli
Finalista al 1° Premio Internazionale Barberart – Suggestioni Rosso Rubino organizzato da Associazione Culturale Immaginecolore.com, a cura di Domenico Alfredo Pasolino

2007
2° classificata sez. pittura giovani in occasione del 7° Premio Nazionale di Pittura e Scultura Città di Novara, Salone Arengo del Broletto di Novara, Novara (IT)
Finalista del concorso internazionale Giovani artisti 2007 organizzato dalla SBAV di Verona – Commissione esaminatrice presieduta dal Direttore di Palazzo Forti Prof. G. Cortenova, Verona (IT)
Premio speciale sez. pittura al concorso I colori della velocità – omaggio a Tazio Nuvolari, indetto dalla Fondazione Franco Bombana, Guidizzolo – Mantova (IT)
1° Premio al Concorso pittorico I colori di Verona indetto dalla Fondazione Giorgio Zanotto – Banco Popolare in memoria del pittore Aldo Tavella

Pubblicazioni:

  • 2011 » Pubblicazione n. 1
  • 2008 » Pubblicazione n. 2
  • 2008 » Pubblicazione n. 3
  • 2005 » Pubblicazione n. 4
  • 2004 » Pubblicazione n. 5

Alessandra Redaelli

In che cosa identifichiamo un ricordo? Qualche volta in un profumo, qualche altra volta in un suono. Il più delle volte in un'immagine. Se, per esempio, cerchiamo di concentrarci su quella che è stata la nostra esperienza alla scuola materna, è molto probabile che ci si componga davanti agli occhi uno scorcio dell'aula, la posizione delle finestre da cui intravediamo un frammento di giardino, due compagni infagottati in un grembiulone più grande di loro impegnati a disegnare o a lavorare con la creta e il viso sfuocato della maestra. Tre anni in quel luogo di cui conoscevamo ogni angolo e ogni odore si condensano in quell'unico preciso istante costruito dalla nostra mente.

Parte da questo presupposto, per andare però molto oltre, la ricerca di Marica Fasoli alla base del progetto Flashback. Un giro del mondo – e del tempo – in cinquantadue immagini formato cartolina. Cinquantadue piccoli oli su tela che di ogni anno, dal 1950 al 2001, ci restituiscono un'immagine simbolo, un'icona indimenticabile.

Artista freschissima e tuttavia con una maturità da fuoriclasse, un passato nel restauro che le ha insegnato l'attenzione e la pazienza, Marica Fasoli è un personaggio sui generis nel panorama attuale italiano. Il primo pensiero che viene alla mente davanti ai suoi lavori, condotti con un'attenzione spasmodica al dettaglio infinitesimale, è probabilmente iperrealismo, se non addirittura trompe-l'oeil. Ma poi, a ben guardare, la strada che prende l'artista è diversa. Non le interessa rendere il mondo nella sua esattezza, quanto piuttosto offrircene una versione che si potrebbe definire "riveduta e corretta". Le sue sono immagini intrise di una luce che pare provenire dall'interno, portatrici di una gioia giocosa, contagiosa, veicolata da una scelta di colori zuccherini e smaltati che fanno pensare alle meringhe e alla glassa. E come a un vassoio di pasticcini ci si avvicina alla sua pittura: con il desiderio di toccarla, di annusarla, di farsene catturare.

Quasi fosse un suo personale bisogno di redimere il mondo, questa imprescindibile joie de vivre permea anche tutta la serie Flashback, anche quando la scelta del soggetto cade inevitabilmente su temi drammatici, come la morte di Aldo Moro o l'attentato alle torri gemelle. Intanto il virtuosismo sbalorditivo del suo pennello si produce in una serie di pezzi di bravura, facendoci percepire come assolutamente reali (da toccare con mano) carte da pacco stropicciate e frammenti di nastro adesivo che sono lì lì per staccarsi, fascette di plastica e spaghi annodati di cui pare di poter percepire la graffiante ruvida consistenza, post-it provvisoriamente appiccicati e pagine strappate.

Dalla storia alla letteratura, dal cinema alla politica, alla musica, all'attualità e naturalmente all'arte, l'artista seleziona momenti chiave, carichi di sentimenti condivisi e di poesia, e con un'operazione concettuale li traduce in flash. In emozione bruciante e immediata. Il 1950 è tutto lì, raccolto in quella luna di cartone, vagamente stropicciata, che sembra uscire da un involto di carta da pacco bruciata ai bordi, mentre sul fondo pulsano le stelle (in primavera, poco prima di morire suicida, Cesare Pavese pubblica La luna e i falò). Per raccontare il 1956 l'artista sceglie il naufragio dell'Andrea Doria, e lo traduce in un frammento di lamiera della nave con il nome mangiato dalla ruggine. Incantevole il 1958, dove la tela si fa libro, con tanto di copertina, pagine e fascetta (esce postumo Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa). E poi ecco la morte di Walt Disney (1966) resa come se un vecchio fumetto avvolgesse la piccola tela; una pagina di un romanzo di Pablo Neruda chiusa da un cordino grezzo e da un cuore a raccontare il 1970, anno in cui il poeta cileno vince il Premio Nobel per la letteratura; un girotondo di bamboline di carta per dare forma alla prima clonazione di embrioni umani (1993). Fino alla nascita di Google (1998) – per la quale l'artista si concede una piccola autocitazione, dando forma a una scatola di giochi in bilico tra suggestioni pop e Alighiero Boetti – e all'attentato alle torri gemelle. La tragedia dell'11 settembre 2001 è qui sussurrata in punta di pennello: due pezzi di nastro adesivo strappato, le torri ormai morenti, e un cielo stropicciato cupo, invaso di fumo, su cui l'aereo assassino si apre come uno squarcio. La fine di un mondo e di una folle collettiva illusione di sicurezza.

opere dell'artista