Lista degli Artisti

Ilaria Del Monte

Foto Ilaria Del Monte Nasce nel 1985 a Taranto. Nel 2008 si laurea in Pittura all'Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e nel 2010 completa la specializzazione in Arti Visive presso la medesima Accademia. Le sue opere colpiscono per la delicata profondità dei soggetti e per la raffinatezza esecutiva. Dipinge con un controllo e una padronanza della materia assoluti, e con una particolare attenzione nella finitezza dei dettagli.

Dal 2010 ha realizzato diverse mostre personali a Milano, Ravenna, Como, Lecce, Venezia e Berlino. Numerose anche le partecipazioni a mostre collettive e a importanti Fiere di settore in Italia. Vive e lavora tra Matera e Milano.

Mostre personali:

2015
Sussurri – Del Monte, Höjeberg, Sgrò, a cura di A. Redaelli, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)

2014
Out of this World, a cura di M. Cereda, galleria Antonio Colombo Arte Contemporanea, Milano (IT)

2013
Vincitrice ex aequo, Abissi Superficiali, Premio Marina di Ravenna, a cura di C. Spadoni e P. Stoppa, Museo d'Arte di Ravenna, Ravenna (IT)
Quando Teresa si arrabbiò con Dio, a cura di M. Cavallarin, in collaborazione con Roberta Lietti Arte Contemporanea, Scatolabianca, Milano (IT)

2012
P.G.R. per grazia ricevuta, Ilaria Del Monte, Vanni Cuoghi, Confraternita della Salvezza, Riva Arte Contemporanea, Lecce (IT)
Boarding Pass n°1, a cura di M. Cavallarin, VBM 2010 Gallery, Berlino (DE)

2011
The Window's Tales, a cura di M. Cereda, Roberta Lietti Arte Contemporanea, Como (IT)
Vento dal Nulla, a cura di M. Cavallarin, in collaborazione con Roberta Lietti Arte Contempoanea, Spazio Scatolabianca e Galleria delle cornici, Venezia (IT)


Mostre collettive:

2016
<20 15x15/20x20 Collezione PUNTO SULL'ARTE 2016, Galleria PUNTO SULL'ARTE, Varese (IT)

2014
Femminile Plurale terzo atto, a cura di A. Redaelli, Biffi Arte Contemporanea, Piacenza (IT)
Aliens, a cura di Frattura Scomposta Magazine, Palazzo dell'Ariosto, Ferrara (IT)
Femminile Plurale, a cura di A. Readaelli, Palazzo Pirola, Gorgonzola - Milano (IT)
We Are Tower Parade, progetto per l'UniCredit, piazza Gae Aulenti, Milano (IT)

2013
Premio Marina di Ravenna, a cura di C. Spadoni e P. Stoppa, Ravenna (IT)
Shop le Jeux d'Amour, a cura di A. Locatelli, Galleria Ostrakon, Milano (IT)
Il Piacere Dissoluto, a cura di A. Pansera, Superground studio, Milano (IT)

2012
Something Else, a cura di R. Fantoni, Antonio Colombo Arte Contemporanea, Milano (IT)
Buste Dipinte, Festival delle Lettere, a cura di D. Rocca, Spazio Oberdan, Milano (IT)
Natura Anfibia, a cura di C. Composti e M. Rizzardini, Mc2artgalley, Milano (IT)
1º Premio al Concorso di Pittura Zingarelli Rocca delle Macìe, a cura di S. Gavioli, Castellina in Chianti - Siena (IT)

2011
Arte a Sud, a cura di F. Londino e F. Ferrari, Unione dei comuni del Versante Ionico – Catanzaro (IT)
Biennale di Brescia, a cura di S. Landi, Musei Mazzucchelli, Brescia (IT)
L'Italia s'è desta, a cura di I. Quaroni, Galleria Colossi, Brescia (IT)
NumeroUno, En Papier, a cura di A. Beretta, Circoloquadro, Milano (IT)
5° Premio Internazionale Arte Laguna, a cura di I. Zanti, Nappe dell'Arsenale, Venezia (IT)

2010
Next Generation- pittura espressione contemporanea, Premio Barlettani, a cura di R. Milani, Galleria san Lorenzo, Milano (IT)
Statements, a cura di I. Quaroni, Galleria Spazioinmostra, Milano (IT)
Butterfly Invasion, a cura di A. Lacarpia, Spazio Colette, Lecco (IT)

Pubblicazioni:

  • 2011 » Pubblicazione n. 1
  • 2008 » Pubblicazione n. 2
  • 2008 » Pubblicazione n. 3
  • 2005 » Pubblicazione n. 4
  • 2004 » Pubblicazione n. 5

Alessandra Redaelli

Ilaria del Monte. Scorci di realismo magico

Ogni volta che mi imbatto nei dipinti di Ilaria Del Monte, mi viene in mente, irresistibilmente, Gabriel Garcìa Màrquez. Mi sembra di respirare qui quelle stesse atmosfere vagamente soffocanti che si avvertono quando lo scrittore colombiano ci spinge ad addentrarci nella casa labirintica del colonnello Aureliano Buendìa, fino al suo laboratorio dei pesciolini d'oro; o quando ci parla di una stanza costruita apposta senza finestre, perché gli incubi non possano entrare. Dove altro si potrebbe collocare, se non in un romanzo di Màrquez, la fanciulla in sottoveste che con lo sguardo perso nel vuoto, come in un dormiveglia, intreccia i capelli che escono dal ritratto appeso al muro e poi ferma le trecce con dei pesci rossi? O le due fanciulle sognanti sdraiate su un tappeto – certamente magico – la cui fantasia floreale è così vivida da darci l'impressione di sentire il profumo dei fiori e forse anche il canto degli uccelli? E loro, le fanciulle, ci si rivelano come creature stranamente gemellate, unite non dalla medesima pelle, ma da un unico vestito che le avvolge entrambe.

E poi ecco l'altra ragazza, quella la cui epidermide sembra emanare da dentro una luminosità rosata, la stessa che accende tutta la scena, e mentre le sue gambe si trasformano in una coda di fiori rosa, lei è pronta a spiccare il volo fuori dalla finestra, nella notte. Dipinge con un controllo e una padronanza della materia assoluti, Ilaria Del Monte, ed è capace di una finitezza nei dettagli che risulta ancora più incantevole quando va a sovrapporsi a quelle prospettive leggermente sfalsate, precipitanti, creando nello sguardo una sorta di allarmato spiazzamento. I suoi lavori, tuttavia, figli del grande novecento italiano – da De Chirico a Carrà e a Casorati – prima ancora che per la raffinatezza esecutiva colpiscono per la delicata profondità dei soggetti. Per quei racconti squisitamente femminili dove la donna appare ammantata di magia e detentrice di una sorta di potenza primordiale, di un sesto senso che la fa dialogare con le piante e gli animali, che le rende possibile animare gli oggetti e modificare lo spazio. Strega inquietante e seducente capace di rapirci per sempre nelle sue stanze. Senza via di fuga.

opere dell'artista