Lista degli Artisti

Nicola Biondani

Foto Nicola Biondani Hanno due anime le sculture di Nicola Biondani. Una è quella classica, intrisa di storia, figlia di Medardo Rosso e Marino Marini. L’altra è quella modernissima, densa di allusioni alle trame complesse del vivere contemporaneo, all’incomunicabilità, alla fatica dell’esistere, a una serpeggiante sfiducia nel futuro. Due anime che si specchiano nel gioco di contrappunti tra la monumentalità intrinseca anche ai lavori più piccoli e l’umanissimo tremore dello sguardo; tra la postura totemica – quasi di idoli contemporanei – dei soggetti e il loro essere presi in attività minime e quotidiane. Sono viaggiatori persi per le vie del mondo. A volte siedono esausti sulle proprie valigie, altre volte sembrano appena scappati da qualche situazione insostenibile, qualche volta indossano un piumino invernale come un’armatura che possa proteggerli dal mondo.

Nasce nel 1976 a Mantova. Dopo essersi diplomato nel 1998 all’istituto d’Arte di Guidizzolo (MN) come Maestro d’Arte, nel 2004 si laurea con il massimo dei voti all’Accademia C.B. Cignaroli di Verona. Nello stesso anno apre uno studio personale nel centro di Mantova e lavora come scultore scenografo presso l’Ente lirico Veronese. Realizza numerose mostre e partecipa a fiere e concorsi in Italia. Vive e lavora a Milano.

Mostre personali e collettive:

  • 2013 » “I Luoghi dello stare”, mostra personale alla Torre Civica di Medole, MN. Catalogo in mostra
  • 2012 » “La straordinaria tavola dell’arte” dalla collaborazione de La polveriera e la Galleria Susanna Orlando, Pietrasanta, LU
  • 2012 » “Capolinea 18” mostra personale allo Spazio Arte Pisanello, Verona
  • 2012 » Quattro sculture entrano a fare parte dello Sheraton Travel’s Museum, sito all’aeroporto di Malpensa, VA
  • 2011 » “Dal Corpo al Mito” personale di Nicola Biondani e Erica Campanella, a cura di Alessandra Redaelli e Valerio Deò, Magenta, MI
  • 2011 » “Crisalidi-Involucri femminili” personale alla galleria ENTROTERRA, Brescia
  • 2010 » Arte Fiera Bergamo con la Galleria Anna Breda di Padova
  • 2010 » Mostra collettiva alla Galleria Anna Breda a Padova
  • 2010 » Apre il nuovo atelier a Milano presso la Fornace Curti
  • 2010 » Arte Fiera Verona con la Galleria AnnaBreda di Padova
  • 2010 » “Perle d’Autunno”, mostra collettiva presso il Grand Hotel di Rapallo organizzata da DialogArte
  • 2010 » E' menzionato come artista nel progetto di riadeguamento liturgico del Duomo di Acerra, NA
  • 2010 » III edizione di “7 Artisti 7”, mostra collettiva presso Villa Mirra a Cavriana, MN
  • 2010 » “Viaggiatori Sedentari”, mostra collettiva presso la Galleria Entroterra di Brescia
  • 2010 » Realizza per il nuovo show room Corneliani di Via Monte Napoleone a Milano, un’installazione permanente dal titolo “Il Sarto” opera scultorea in terracotta policroma
  • 2009 » ArteFiera Reggio Emilia con la Galleria Entroterra di Brescia
  • 2009 » “Bestiario”, mostra di Nicola Biondani e Iva Recchia, Galleria Incorniciarte a San Massimo, VR
  • 2009 » “ATTIMI” mostra personale presso la Galleria Gagliardi di San Gimignano, SI
  • 2008 » I edizione “7 Artisti 7” mostra collettiva presso Villa Mirra a Cavriana, MN
  • 2008 » ArteFiera a Padova con la Galleria La Teca di Padova
  • 2008 » E' inserito nel “Catalogo degli scultori italiani 2009-2010, della Giorgio Mondadori”
  • 2008 » Il trittico “le 3 faccie” è pubblicato nel libro scolastico “Il bello dell’arte A”a cura di Anna Strada, Gabriella Cazzaniga e Luisa Scotti edito dalla Bruno Mondadori
  • 2008 » La scultura “Dedalo” diviene la copertina della rivista Ratio,trimestrale di settore per commercialisti
  • 2008 » “SENZANIENTE”, mostra colelttiva alla sala Radezcki di Peschiera del Garda, VR
  • 2008 » “l’Umanesimo di Nicola Biondani”mostra personale al MAMA, Museo di Gazzoldo degli Ippoliti, MN
  • 2008 » “Quattro passi nell’Arte”, Comune di Cavriana, MN
  • 2008 » Presenta la nuova collezione all’associazione d’arte il CUBO a Mantova
  • 2008 » Salone del lusso di Vicenza con la Galleria Entroterra
  • 2008 » Mostra collettiva di scultura presso la Galleria Entroterra di Milano
  • 2007 » Arte Fiera Reggio Emilia con la Galleria Anna Breda Arte Contemporanea
  • 2007 » Spazio Arte Pisanello, VR, collettiva per i 10 anni della fondazione
  • 2007 » “Rintracciarti: La follia gentile” mostra collettiva a Palazzo della Ragione, Mantova
  • 2007 » “La Donna” mostra collettiva alla galleria Anna Breda Arte Contemporanea, Padova
  • 2007 » Arte Fiera Verona con la Galleria Entroterra di Milano
  • 2007 » “MATERIA”, mostra personale presso la galleria Giuseppe Bazzani di Castel Goffredo, MN
  • 2007 » "VoltArte", mostra collettiva presso Palazzo Gonzaga a Volta Mantovana, MN
  • 2007 » In occasione della III edizione del Festival Biblico, espone presso la Sala dei Santi Filippo e Giacomo a Vicenza e il Museo della Ceramica di Nove, VI
  • 2007 » Espone presso il Palazzo Ferro-Fini a Venezia (VE)
  • 2007 » Mostra collettiva a Charleville, FRANCIA
  • 2007 » Mostra collettiva presso la Barchessa Rambaldi a Bardolino, VR
  • 2007 » "Pluralità Figurative", mostra collettiva presso la Torre Civica di Medole, MN
  • 2007 » Mostra collettiva presso la sala espositiva della Barchessa Rambaldi a Bardolino, VR
  • 2006 » Mostra collettiva RintracciArti "La Donna", presso il Palazzo della Ragione a Mantova
  • 2006 » Si classifica PRIMO al concorso "Proposta a giovani artisti 2006" organizzato dalla Fondazione Toniolo - Associazione Amici di Don Angelo Marini
  • 2006 » Espone presso lo "Spazioarte Pisanello" sito nella storica Chiesa di S. Fermo a Verona
  • 2006 » Mostra collettiva presso la sala espositiva della Barchessa Rambaldi a Bardolino, VR
  • 2006 » Mostra collettiva in occasione della 124^ Fiera di Moglia (MN) dove gli viene assegnata, come premio, la medaglia della "Regione Lombardia"
  • 2006 » Mostra personale presso la "Loggia del Mercato Granario" organizzata dalla Camera di Commercio di Mantova
  • 2005 » Partecipa alla “3^ rassegna internazionale d’arte contemporanea – premio Don Primo Mazzolari” nel Comune di Bozzolo, MN
  • 2005 » Partecipa alla “1^ rassegna d’arte contemporanea mantovana” presso la Galleria Sartori
  • 2004 » Inaugura il proprio studio, nel centro di Mantova, dove lavora come libero professionista
  • 2004 » Si classifica SECONDO per la realizzazione del monumento al concorso “Una statua e una medaglia per un artista” indetto dall’”Ist. ITCG Tecnico per geometri Mosè Bianchi” di Monza
  • 2004 » “Scultura figurativa della nuova generazione”, mostra personale presso la Galleria “Aregolad’arte”, Mantova
  • 2004 » ”Arte presente-Arte futura”, mostra collettiva presso l’ex Arsenale austriaco, Verona
  • 2004 » Esegue per la ditta Essilor Italia S.p.A di Milano una serie di 150 acqueforti per la promozione di un nuovo prodotto ottico
  • 2004 » Lavora come assistente scultore presso l’Ente Lirico veronese per la realizzazione delle opere teatrali: Madama Butterfly, Traviata
  • 2002 » Lavora come assistente nello studio dello scultore modenese Fabrizio Loschi
  • 2000 » Partecipa al Concorso Internazionale d’Arte del CIO (Comitato Olimpico Internazionale)
  • 2000 » Partecipa all’estemporanea all’Expo di Trento “Sconfinart"
  • 2000 » Partecipa al concorso “Scultura da vivere, Terra” organizzato dalla Fondazione Peano, CN
  • 1999 » Esposizione collettiva a Padova
  • 1999 » Estemporanea alla “Casa del Rigoletto”, MN
  • 1999 » Esegue una Locandina (pubblicità progresso) per la Provincia di Mantova


Alessandra Redaelli

Nicola Biondani. Viaggiatori come oggetti smarriti.

Hanno due anime, le sculture di Nicola Biondani. Una è quella classica, intrisa di storia, figlia di Medardo Rosso, Honoré Daumier e anche di Marino Marini. L’altra è quella modernissima, densa di allusioni alle trame complesse del vivere contemporaneo, all’incomunicabilità, alla fatica dell’esistere, a una serpeggiante sfiducia nel futuro. Ma hanno due anime anche perché la sua terracotta, patinata in tinte fosche, cupe, ombrose (a tratti poi, improvvisamente, accese da una macchia rossa, un graffio blu, un decoro bianco calcinato) appare similissima al bronzo, sfidando la percezione e costringendoci a ripensare l’oggetto. E, ancora, le due anime si specchiano nel gioco di contrappunti tra la monumentalità intrinseca anche ai lavori più piccoli e l’umanissimo tremore dello sguardo; tra la postura totemica – quasi di idoli contemporanei – dei soggetti e il loro essere presi in attività minime e quotidiane.

Così Biondani ci presenta una galleria di personaggi smarriti, colti in un attimo sospeso, di pura fantasticheria. Qualche tempo fa erano drag queen, struggenti, pensose, ritratte nel momento fatato in cui preparavano il trucco o in quello fatidico in cui se lo toglievano. In bilico tra le loro due identità. Il viso morbido, la guancia – sfiorita, cedevole ¬– resa trasformando la terracotta in carne morbida e viva. Poi è stata la volta degli eroi. Ed erano eroi soli, sconfitti, abbattuti, resi folli dalle prove della vita.

Ora Biondani ci porta tra viaggiatori persi per le vie del mondo. A volte siedono esausti sulle proprie valigie, come Ornella, le gambe gonfie, lo sguardo stanco fisso nel vuoto, la curva grave delle spalle, idolo moderno di saggezza e stoica pazienza. Altre volte sembrano appena scappati da qualche situazione insostenibile, incerti, spaesati, come l’uomo di Me ne vado: le scarpe in mano, la camicia (morbida, vagamente stazzonata, resa riga per riga) con le maniche arrotolate. Qualche volta indossano un piumino invernale come un’armatura che possa proteggerli dal mondo. E poi capita che accennino un movimento, come il ragazzo di In bermuda il cui braccio destro, appena piegato, disallinea le due valigie, creando la sensazione che la figura stia per partire in corsa. Per fuggire dalla sua pietrificata prigionia.

opere dell'artista